Mindfulness

I miei studi sulla mindfulness sono iniziati nel 2009 all’Istituto A.T. Beck, con la dott.ssa Antonella Montano e da allora ho continuato a coltivare questa disciplina per me stessa e per i miei pazienti.
Mindfulness significa “porre attenzione in un modo particolare: intenzionalmente, nel momento presente e in modo non giudicante”, questa è la definizione che ne ha dato Jon Kabat-Zinn, teorico e studioso di questa disciplina. La Mindfulness, dunque, insegna a coltivare l’attenzione in modo saggio, salutare e pulito, nel tentativo di conoscere se stessi e il mondo circostante per ciò che realmente sono e guardandoli con freschezza e capacità di accettazione, imparando a radicarsi nel momento presente e procedere nella vita senza stress, un passo alla volta. Solo in questa modalità la nostra mente esprime la sua potenzialità piena, lavorando con l’unico materiale possibile: la realtà di quel che c’è nel momento in cui sorge. Solo così la nostra mente può imparare a non affaticarsi nell’inseguire il passato e il futuro, o a rimpiangere e soffrire per l’incertezza e il confronto, la frustrazione, l’ansia e le tante emozioni conflittuali che la vita di ogni giorno genera in noi.

La pratica della Mindfulness ruota attorno a due concetti fondamentali: quello di consapevolezza e quello di concentrazione.
La consapevolezza non è altro che la capacità di agire quanto più possibile in modo intenzionale, dirigendo uno sguardo puntuale ma non giudicante a ogni cosa si faccia, si dica, si pensi.
La concentrazione è lo sforzo positivo della mente che si allena per dirigere l’attenzione verso il suo oggetto in maniera pura, senza l’interferenza del pensiero che risente dell’esperienza passata o delle proiezioni sul futuro.
Come dice Thich Nhat Hahn “Esserci è il fondamento dell’amore”.
Per “esserci” si può coltivare un atteggiamento verso la vita, giorno dopo giorno, che può influire sulla plasticità della mente, allenandola per sbloccarla dalla continua ricorrenza a schemi prefissati, risposte abitudinarie e logore a problemi soliti o nuovi, che generano mancanza di energia, senso di impotenza, perdita di freschezza e di creatività, con un impatto significativo sul benessere psicologico e fisico.
La Mindfulness è la pratica che consente di attivare e mantenere saldo questo nuovo approccio alla vita, appassionato, curioso, esplorativo, propositivo e traboccante pienezza.